Sono servite circa sei ore d’intervento chirurgico d’urgenza a Ibiza per stabilizzare le condizioni — comunque ancora critiche, secondo le ultime informazioni disponibili — di un 28enne italiano rimasto gravemente ferito per colpi d’arma da fuoco nella notte tra venerdì e sabato sull’isola. Spari partiti nel corso di una festa organizzata in una villa privata presa in affitto nel municipio di Santa Eulalia, vicino a una zona industriale. Ci sono almeno due altri connazionali implicati nella vicenda, per la quale al momento non sono stati effettuati arresti: un 35enne portato in ospedale per delle contusioni e poi dimesso qualche ora dopo — secondo l’agenzia di stampa Efe — e un 33enne ricercato come presunto assalitore. Secondo quanto trapela da fonti a conoscenza delle indagini in corso, condotte dalla Guardia Civil spagnola, i tre italiani coinvolti sono residenti a Ibiza.

La prima ricostruzione fornita dagli inquirenti indica che il presunto autore degli spari è arrivato alla festa in auto, accompagnato da almeno un’altra persona, ma anche di più: l’uomo, si sospetta, ha fatto irruzione nella villa poco prima delle tre del mattino e aperto fuoco, poi si è allontanato. Da quanto emerso, la festa era stata organizzata proprio dal ragazzo rimasto gravemente ferito: il giovane è stato raggiunto da almeno tre proiettili alla testa e da tre alla gamba destra, secondo un comunicato — diffuso dai media iberici — della clinica privata Policlínica Nuestra Señora del Rosario, dove è stato ricoverato sabato mattina poco prima delle 4. Il Consolato italiano a Barcellona segue la vicenda e sta prestando assistenza ai connazionali coinvolti. La prima ipotesi su cui lavorano gli investigatori per quanto riguarda il movente è quella di una lite scatenatasi per motivi di carattere privato, forse per gelosia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Due italiani feriti in sparatoria a Ibiza, uno è grave
Source:
Source 1

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here