Svolta negli Emirati Arabi. Il governo ha deciso di cambiare il fine settimana da venerdì-sabato a sabato-domenica e istituire una settimana lavorativa di quattro giorni e mezzo. Le regole entreranno in vigore dal primo gennaio, secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa ufficiale Wam. Oltre al sabato-domenica, gli abitanti degli Emirati avranno un’ulteriore mezza giornata di riposo nel pomeriggio di venerdì, giorno della grande preghiera settimanale nei Paesi musulmani. Gli Eau sono la prima nazione al mondo a introdurre una settimana lavorativa più breve. 

Pochi giorni fa gli Emirati hanno festeggiant i 50 anni da quel 2 dicembre 1971 in cui si sono uniti in seguito alla partenza delle truppe britanniche dalla regione, dopo essere stati un protettorato inglese dal 1892. In 50 anni, il Paese e’ diventato la seconda potenza economica del mondo arabo dopo l’Arabia Saudita. Spinti dalla grande ricchezza petrolifera, gli Emirati hanno infatti abbandonato le loro umili origini per diventare uno dei piu’ grandi attori economici e politici del Medio Oriente. Una potenza simboleggiata dalla foresta di grattacieli di Dubai, centro finanziario del Paese che possiede l’edificio piu’ alto del mondo, il Burj Khalifa di 830 metri.

Tra i principali produttori di greggio dell’Opec, la rapida crescita della federazione e’ stata guidata dalla ricchezza di petrolio e gas ed e’ testimoniata dal passaggio da una popolazione di 300.000 abitanti ai 10 milioni di oggi, il 90% dei quali stranieri, la maggior parte senza diritto alla cittadinanza a causa delle regole rigide in vigore nel Paese. Avendo diversificato la sua economia nel corso dei decenni, oggi la federazione vuole dipendere sempre meno dalle sue risorse di petrolio e gas, diversificandosi in particolare attraverso il turismo o la finanza. Due settori che potranno essere agevoltati dalla svolta sui fine settimana.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

La svolta negli Emirati, il weekend sarà sabato e domenica
Source:
Source 1

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here