Voleva una reazione Maurizio Sarri dalla sua Lazio dopo il ko col Sassuolo e la reazione è arrivata. I biancocelesti superano il Genoa all’Olimpico con un netto 3-1 firmato da Pedro, Acerbi e Zaccagni. I rossoblù, reduci dalla prima vittoria della gestione Shevchenko in coppa Italia contro la Salernitana, provano a tener testa alla Lazio ma il divario in campo è evidente ed il risultato parla chiaro. Nota positiva la rete del giovane genoano Filippo Melegoni. La Lazio aggancia per una notte Roma e Juventus a quota 28 punti mentre il Genoa incassa ancora una sconfitta che rende il cammino verso la salvezza complicato con un solo punto conquistato da quando in panchina c’è l’ucraino e il penultimo posto in classifica con appena 10 punti. LA CRONACA

L’influenza ferma Ciro Immobile, allora Sarri si affida a Pedro al centro dell’attacco supportato da Felipe Anderson e Zaccagni: scelte azzeccate visto che alla fine Pedro e Zaccagni finiscono nel tabellino tra i marcatori. Dall’altra parte Shevchenko opta per un 3-5-2 con Pandev e Destro riferimenti offensivi. All’8′ la prima occasione della partita è della Lazio: la conclusione di Pedro viene deviata in angolo da Sirigu. I ritmi non sono altissimi ma è la Lazio a dettare in tempi. I biancocelesti si rendono ancora pericolosi al 16′: taglio di Milinkovic per Pedro che in area finta di calciare e rientra sul sinistro ma la sua conclusione viene ‘parata’ di testa da Vasquez. La Lazio crea ma non riesce a concretizzare mentre il Genoa cerca le ripartenze e con Portanova prova a essere più aggressivo in attacco cercando sponda per Pandev e Destro che però appaiono isolati in attacco. Al 36′ Pedro porta la Lazio in vantaggio: Felipe Anderson recupera palla su un errore del Genoa, e serve al centro un assist comodo per lo spagnolo che insacca. Nella ripresa Shevchenko sostituisce Vanheusden con Biraschi e Sturaro con Hernani. Il copione rispetto alla prima frazione di gioco non cambia, con la Lazio che si rende subito pericolosa (con Zaccagni) ed il Genoa alla ricerca delle ripartenze. Al 7′ si fa vedere il Genoa che con l’ingresso in campo di Hernani prova a guadagnare spazi: Cambiaso prova il traversone dalla destra ma Luiz Felipe di petto agevola la presa di Strakosha. Al quarto d’ora Shevchenko inserisce Sabelli ed Ekuban al posto di Ghiglione e Pandev, Qualche minuto dopo è Sarri ad operare i primi cambi, con Hysaj e Basic che lasciano il posto a Radu e Luis Alberto. I ritmi sono blandi e gli affondi del Genoa sono poco incisivi. Al 26′ ci prova Radu ma Sirigu respinge. Al 28′ arriva il 2-0 della Lazio che porta la firma di Acerbi che di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo batte Sirigu e le critiche. Nemmeno dieci minuti e arriva anche il terzo gol biancoceleste: assist da centrocampo di Luis Alberto per Zaccagni che supera Sirigu. Al 41′ arriva la rete del Genoa sugli sviluppi di una ripartenza concretizzata dal giovane Melegoni che batte Strakosha.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Riscatto Lazio, 3-1 al Genoa e aggancio a Roma e Juve
Source:
Source 1

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here